Longyearbyen e il divertimento nelle isole Svalbard

Se avete deciso di trascorrere una splendida e suggestiva vacanza al Circolo Polare Artico non potete fare a meno di recarvi a Longyearbyen, che con i suoi poco più di 2000 abitanti rappresenta il centro più attivo e popoloso delle Isole Svalbard.

L’arcipelago delle Svalbard affascina da sempre viaggiatori di tutto il mondo che da secoli, ormai, sono attratti in queste terre artiche da una fauna ed una flora uniche nel loro genere.

L’impegno profuso dai cittadini di Longyearbyen per la riduzione dell’impatto negativo del turismo sulle loro terre ha spinto gli organi competenti internazionali a rilasciare alle Svalbard la certificazione di destinazione sostenibile, un marchio di qualità dal valore elevato.

Un po’ di storia: la febbre spagnola alle Svalbard

La natura artica e i resti delle antiche miniere caratterizzano fortemente tanto Longyearbyen quanto il resto delle Isole Svalbard che, loro malgrado, sono collegate in modo del tutto singolare alla più grande epidemia di febbre spagnola della storia, quella che tra il 1918 ed il 1919 portò alla morte di più di quaranta milioni di persone.

Nel 1998 proprio a Longyearbyen – sede, tra le altre cose, del Svalbard Global Seed Vault, il deposito globale delle sementi, ultimo baluardo di conservazione della biodiversità della flora del pianeta – sono stati scoperti i corpi perfettamente congelati di sei minatori che, come tanti altri, furono uccisi da questa terribile malattia.

Le salme degli uomini sono state seppellite nel ghiaccio una di fianco all’altra, all’interno di una fosse comune e, grazie alle bassisime temperature che caratterizzano il Circolo Polare Artico, hanno mantenuto intatti muscoli e organi interni per più di 70 anni, rivelando informazioni sconosciute sulla terribile epidemia che decimò l’Europa.

Lo Svalbard Museum di Longyearbyen

Lo Svalbard Museum di Longyearbyen è un museo etnografico che, inaugurato nel 1979 è stato dedicato ai 400 anni di storia che caratterizzano l’arcipelago, e ha la funzione di sviscerare gli aneddoti storici legati all’esplorazione ed allo sviluppo delle terre.

Il museo è strutturato in diverse sezioni che offrono uno sguardo attento sull’eterogeneità dell’ambiente marino artico, sull’analisi delle abitudini degli antichi cacciatori di balene e trichechi, sulla vita dell’orso polare, della renna e degli uccelli migratori, sulle caratteristiche geologiche dell’arcipelago e sulle già citate miniere di carbone.

Il turismo alle Svalbard

Il turismo alle Svalbard attira visitatori durante tutti i mesi dell’anno, specie nella stagione del lungo inverno, quando è possibile entrare realmente in contatto con l’incredibile bellezza di questi luoghi e partecipare ad una ampia gamma di attività ed eventi culturali di forte interesse.

Quel che è certo è che per visitare la Norvegia è necessario munirsi di tutto l’abbigliamento termico e le attrezzature polari necessari, in modo tale da non andare incontro a problemi anche molto seri, come ipotermia, disidratazione e congelamento.

Svalbard Islands, casa produttrice di abbigliamento per uomo che deve il suo nome proprio a queste terre, ha dato vita ad una gamma di prodotti altamente funzionali che abbinano con semplicità materie prime eccellenti, grande praticità ed un design esclusivo che rispecchia la passione per l’eleganza, prestandosi tanto alle escursioni polari quanto alle uscite in città.

Leave A Comment

Shopping cart

Subtotal
Shipping and discount codes are added at checkout.
Checkout