La storia e le origini dell’Husky

L’Husky ha le sembianze di un lupo, ma uno sguardo magnetico nel quale si può intravedere la docilità del suo animo. Addirittura, è perfino considerato tra i migliori cani da compagnia per famiglie con bambini piccoli. Scopriamo insieme la sua storia.

Un cane da slitta imbattibile

Diversi secoli fa, il popolo dei Ciukci, un gruppo indigeno di cacciatori della Siberia orientale, cominciò ad addestrare l’Husky come cane da slitta. Tra quelle rigide terre ricoperte di ghiaccio, la razza Husky si riproduceva solo con esemplari del suo genere, dal momento che non erano possibili ibridazioni con altre razze che non avrebbero resistito a quelle intemperie. I Cuikci apprezzavano principalmente di questo cane il suo essere resistente e docile, nonché la sua passione smodata per la corsa ed il traino.

L’arrivo in Alaska dell’Husky da addestramento

Alla fine dell’800, dopo una traversata dello stretto di Bering, l’Husky diviene il miglior amico di quegli avventurieri americani che si spingevano fino alle zone più remote dell’Alaska, in cerca di oro. Si tratta di un’epopea storica molto avvincente che è stata ben raccontata da Jack London nel suo Il richiamo della foresta. In Alaska, l’Husky da addestramento fu indispensabile in alcune missioni di salvataggio, quando nessun altro animale sarebbe riuscito ad attraversare quelle terre sferzate da ghiaccio e vento.

La storia del cane Balto

Grazie all’omonimo cartone della Amblimation, è praticamente impossibile non conoscere la storia del cane Balto. Ma non tutti sanno che la vicenda reale non collima con quella raccontata nel film d’animazione. A guidare il team di Husky che aveva il compito di portare il siero antidifterico, nel villaggio isolato dalla neve, fu un cane di nome Togo. Pare che dopo aver attraversato oltre 300 miglia con un freddo pungente, Togo, sfinito, venne sostituito da Balto che si occupò solo di portare a termine la spedizione. Ancora oggi si può osservare la statua di Balto nel cuore di Central Park, a New York. Balto, quindi, passò alla storia a discapito del povero Togo che venne invece dimenticato.

Leave A Comment

Shopping cart

Subtotal
Shipping and discount codes are added at checkout.
Checkout